Festival Gravità Poetica, edizione 2021

Image

Una finestra che volge lo sguardo alla poesia di ieri e di oggi, presentando tributi ad alcune tra le più eminenti personalità di cui la strada della letteratura è lastricata, da Charles Baudelaire a Franco Battiato, da James Douglas Morrison ad Alda Merini.

Così si è presentata al pubblico la prima edizione del Festival "Gravità Poetica", svoltasi ad Offida la sera del 24 Luglio 2021; una serata dedita ad esaltare la poesia nelle sue molteplici potenzialità e forme d’espressione, nella compenetrazione con la musica, la performance teatrale e le arti visive, in cui la parola ha dolcemente accompagnato gli spettatori in un variegato percorso multisensoriale nella suggestiva cornice di Santa Maria della Rocca di Offida.

Con la direzione artistica di C.A.O.S. (Collettivo Artistico Onirici Scanzonati) organizzatori del Festival, e la conduzione dell’assessore Isabella Bosano, la serata ha visto ospiti confluiti dai più diversi ambiti; si sono avvicendati nel corso dell’evento il teatro del mimo di Paolo Cutuli, l’attore e doppiatore Gianfranco Miranda, le ambientazioni sonore di C.A.O.S., la Sand-Art di Ermelinda Coccia, la Video-Art del Collettivo 7-8 Chili, la scrittrice e cantautrice Giulia Ananìa e la musica di Susanna Stivali e il suo Trio.

Tra le motivazioni e gli obiettivi del Festival, quello della sensibilizzazione del pubblico verso temi solidali è di notevole rilevanza; a tal proposito è intervenuto nel corso della serata Alighiero Lucidi, presidente dell’associazione Avis Comunale Offida, associazione scelta come madrina di questa prima edizione dell’evento.

Si ringraziano calorosamente per il gentile contributo il ristorante “La Mattra” e “Cantina Offida”.

GLI ARTISTI

Image

Le poesie di Alda Merini sono reinterpretate dalla musica attraverso il linguaggio dell'improvvisazione ed attraverso alcuni brani originali scritti da Susanna Stivali, proprio sulle liriche della Merini con l’accompagnamento di due dei migliori musicisti della scena jazz italiana: Alessandro Gwis, pianoforte ed electronics e Luca Pirozzi contrabbasso

La musica, l’improvvisazione e l’interazione tra verso, canto e suono, sono gli elementi che caratterizzano lo spettacolo di questo Trio, che vedrà inoltre sul palco, la speciale partecipazione dell'attrice e scrittrice Francesca Romana Miceli Picardi.

Image

Eclettica, geniale, carismatica, accompagnata dalle bravissime musiciste Sabrina Coda e Stefania Nanni, Giulia Ananìa ha emozionato la platea leggendo e cantando composizioni tratte dal suo ultimo libro "L'amore è un accollo", creando una divertente e magica empatia con il pubblico.

Il suo ultimo album, "Come l’oro", è stato definito «il primo esempio di urban pop italiano». Ha scritto canzoni portate al successo da Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Emma, Paola Turci e tanti grandi nomi del pop italiano. Poliedrica provocatrice culturale, è ideatrice di eventi e iniziative su tutto il territorio italiano. Le sue poesie sono state interpretate da grandi nomi del cinema e del teatro. Ad Ottobre 2020 ha pubblicato il suo secondo libro di Poesia “ L’ Amore é un accollo” ( Red Press Star ) poesie - quasi - romantiche, con la prefazione di Carlo Verdone. Il libro in pochi mesi è già alla sua terza ristampa.

Image

Gianfranco Miranda , attore di teatro, creatore dell’ Associazione Culturale “Attore in movimento”, molto attivo nell'ambito del doppiaggio sia come doppiatore che come direttore del doppiaggio.

Oltre ad essere la voce ufficiale della TIM, presta la voce a diversi attori tra cui Ryan Gosling, Matthew Goode, Adam Driver, Henry Cavill, Armie Hammer ed altri, lavorando in opere tra cui la serie Salvation, City on a Hill, e il film LockedDown. Partecipe in oltre, nel ruolo di Sherlock Holmes, al cortometraggio “Magenta” diretto da Gabrile Tacchi.

Nel corso degli anni si aggiudica diversi premi in festival internazionali, tra cui ONIROS Film Awards, come Best Actor.

Image

Francesca Romana Miceli Picardi, scrittrice, attrice, regista.

Dal 2008 capisce che il teatro civile è la sua unica via; inizia così a scrivere e ad andare in scena con spettacoli unicamente al femminile, portando il Teatro non solo nelle sale, ma nelle strade e in ogni luogo non convenzionale. Forma una compagnia di sole donne. Grazie ai suoi spettacoli collabora con associazioni e cooperative contro tratta e violenza sulle donne. da sempre pensa che: "il teatro è l’amante migliore che esista. Non tradisce, non pugnala, ma insegna e avvicina".

La sua partecipazione al Festival la vedrà in via eccezionale in una particolare collaborazione con Susanna Stivali e il suo Trio.

Image

Ermelinda Coccia, la cui ricerca artistica tende ad unire le tecniche pittoriche a quelle multimediali; il suo percorso parte dal disegno, passa attraverso la video arte, il cinema e la televisione, trovando un senso profondo nella Sand Art, una tecnica che unisce magicamente la manipolazione della materia all’animazione video. Si esibisce con spettacoli live partecipando a Festival di Teatro di Figura e Arte di Strada.

Sito Web: www.ermelindacoccia.com

Image

Paolo Cutuli, poliedrico performer, i cui interessi spaziano dalla pittura alla recitazione, dalla scrittura al teatro del mimo; vincitore di numerosi premi è attivo su vari fronti, da cinema e teatro fino alla fiction televisiva. La sua partecipazione al Festival mostrerà il lato più intimo e introspettivo della sua arte performativa, fondendo in un tenero abbraccio il Teatro del Mimo alla lirica in versi.

Image

il Collettivo 7-8 chili, composto da Davide Calvaresi, Valeria Colonnella, Giulia Capriotti, da sempre interessato al tessuto sociale che lo circonda, ha sempre realizzato progetti educativi e laboratori legati a tematiche sociali. Il Collettivo racchiude nella sua ricerca vari linguaggi artistici, dalla performance alla video art, segnalandosi come una delle realtà più innovative del panorama italiano. Attraverso l' ironia e l' originalità affronta complesse tematiche attuali restituendole ad un ampio pubblico in modo semplice e intuitivo.

Image

C.A.O.S. (Collettivo Artistico Onirici Scanzonati) è il frutto della collaborazione di tre musicisti, Mauro Cesari, Valeria Svizzeri e Alessio Mariani Radici, ideatori e organizzatori del Festival. Il loro intento è quello di fondere l’elemento poetico e quello musicale, generando una sinergia tra le due forme d’arte, con la creazione di basi e ambientazioni sonore, o di veri e propri arrangiamenti musicali, volti ad accompagnare i versi dello stesso Cesari.